Cronaca

Enna: assemblea del Sindacato Autonomo di Polizia

In data 25/1/2017, presso la Sezione Polizia Stradale del complesso “Boris Giuliano” della Questura di Enna, si è tenuta un’assemblea sindacale che ha visto la partecipazione massiccia di poliziotti provenienti da tutta la Provincia, organizzata dal Sindacato Autonomo Polizia (S.A.P.), la più rappresentativa e storica sigla autonoma del Comparto Sicurezza. Tale assise ha registrato la presenza del Vice Presidente Nazionale S.A.P. Rosario INDELICATO e del Segretario Generale Nazionale S.A.P., Gianni TONELLI (foto).

E’ la prima volta, nella storia del sindacalismo di Polizia, che un Segretario Generale Nazionale si reca ad Enna, a conferma dell’interesse del S.A.P. anche nei confronti dei poliziotti che lavorano negli uffici più piccoli e periferici.

Gianni TONELLI rappresenta una figura carismatica e contro corrente nel panorama sindacale della Polizia di Stato che ha letteralmente sfasciato il fronte consortiero delle altre sigle sindacali della Polizia di Stato, oramai appiattite e asservite sulle posizioni governative e degli alti vertici della Polizia.

Molte le battaglie plateali portate avanti da TONELLI, negli ultimi anni, anche con grande sacrificio personale: In primis, lo sciopero della fame, condotto per settimane al fine di garantire il diritto di verità e la libertà di parola ed espressione sindacale dei poliziotti riguardo il collasso del sistema sicurezza.

La promozione di una massiccia campagna stampa al fine di scongiurare l’approvazione del reato di tortura, promosso dal partito trasversale dell’antipolizia, che ha come fine paralizzare e neutralizzare l’azione delle forze dell’ordine a tutela di tutti cittadini.

La campagna contro la chiusura di alcuni importanti presidi di Polizia sul territorio nazionale.

Le forti prese di posizione riguardo i casi giudiziari CUCCHI e ALDROVANDI.

Inoltre TONELLI si è reso protagonista, sempre presente nei networks televisivi nazionali, di denunce pubbliche riguardanti le gravi carenze formative e l’impreparazione dei poliziotti a fronteggiare la grave minaccia del terrorismo islamico.

Oltre alla riproposizione di questi temi politico-sindacali di grande respiro, durante l’assemblea si è parlato ampiamente di rinnovo di contratto, scaduto oramai da molti anni, del bonus di 80 euro che pare sia stato stanziato provvisoriamente solo per il 2017, riordino delle carriere, la cui delega in Parlamento è in scadenza a febbraio di quest’anno.

Durante i lavori, il Segretario Provinciale Giovanni SCIOTTO ha fatto cenno anche ai problemi endemici che affliggono il sistema sicurezza nella la Provincia di Enna: una carenza di organico, prodotto dalla mancanza di un adeguato “turn over”, che ammonta a circa il 20% dell’intero organico che provoca il sovralavoro, ad esempio, degli operatori della Volante che sono costretti, a volte, ad estenuanti turni di straordinario per garantire la sicurezza dei cittadini ennesi o il dimezzamento di importanti uffici investigativi. I ruoli esecutivi (agenti e sovrintendenti) e i ruoli intermedi (Ispettori) hanno una età media superiore ai 47 anni. Tale stato crea difficoltà, su strada, ai poliziotti nel contrasto alla criminalità mentre i ruoli direttivi, presenti ad Enna, per la maggior parte,  sono soggetti giovani e privi di esperienza che malgrado la buona volontà e l’impegno profuso, non riescono a gestire e dirigere proficuamente il personale di Polizia.

Pertanto assicura SCIOTTO che, anche il SAP ennese, su modello della Segreteria Generale Nazionale, intraprenderà nel futuro iniziative di denuncia, all’opinione pubblica tutta, volte a svelare le falle del sistema sicurezza.

 

ENNA, 28 gennaio 2017

 

Il Segretario

Giovanni SCIOTTO

In alto