Cultura

Spettacolare rappresentazione a Nissoria della commedia Il Marchese di Ruvolito

Al teatro “Nino Buttafuoco” di Nissoria, venerdì, sabato e domenica appena trascorsi con i posti a sedere tutti prenotati, le compagnie teatrali “U Contra” e “Corincanto”, con la regia di Luca Fantino, hanno messo in scena la divertente commedia in 3 atti “Il Marchese di Ruvolito” di Nino Martoglio.

Questa la trama della piacevole pièce teatrale ambientata in Sicilia nei primi anni del ‘900:

 Donna Prazzita Timurata, “ex rivendugliola” piena zeppa di denari (fatti con l’olio ed il formaggio) e con “tutte le spocchie delle nuove arricchite” e l’ambizione sfrenata di far sposare la figlia Immacolata con un nobile per poter fregiare la famiglia di un titolo patrizio, ha deciso di darla in sposa ad un cacciatore di dote, il “baronello di Mezzomondello”, cinico, spiantato, pieno di boria. A sventare gli interessati progetti del baronello sarà il Marchese di Ruvolito adottando il giovane Adolfo Grisi, anch’egli pieno di soldi (fatti col sapone e la potassa) ma privo di blasoni, e consentendogli così, divenuto Marchese di Gebbiagrande, di sposare Immacolata, di cui è innamorato corrisposto, con l’entusiastico consenso finalmente di donna Prazzita, divenuta madre nientemeno che di una marchesa “di curuna cch’’i gigghia, non con le palle!”. Dal canto suo il Marchese di Ruvolito otterrà di restare usufruttuario nel palazzo avito, riscattato dal figlio adottivo, dal quale rischiava di essere sfrattato.

Questi i personaggi e i bravi interpreti della spassosa commedia:

Il Marchese (Salvatore Adorno), Don Jabbicu Timurata (Rosario Patti), Donna Prazzita (Francesca Castellana), ‘Mmaculata (Lorena Sammartino), Don Neddu Grisi (Nunziato Dottore), Donna Nzula (Maria Grazia Vicario), Adolfo (Nino Crapanzano), Il Barone (Ciccio Vicino), La Baronessa (Mimma Roberti), Il Baronello (Luca Fantino), Marianna (Giovanna Pontorno), Teresina (Felicia Cocuzza), Tanu Conti (Fausto Signorelli), Il Signor Mangialardo (Filippo Vicino), Il Socio (Andrea Vecchio), La Signora Mangialardo (Martina Rinaldi), L’Usciere (Giovanni Li Volsi), L’Onorevole (Elia Vicario), Il Servitore (Davide Maurizi), L’Elemosinante (Pina Rita Farò), Il Notaio (Filippo Dottore), La Signora Tanasia (Pina Longo).

   Al termine della riuscita rappresentazione della predetta opera teatrale Luca Fantino ha ringraziato l’Amministrazione Comunale del sindaco Armando Glorioso per la concessione gratuita del teatro, il Comitato Teatrando Insieme, le Compagnie Teatrali “U Contra” e “Corincanto”, Pina Roccella quale suggeritrice, Francesca Longo, Giovanna Pontorno e Flavia Gagliardo per il trucco e parrucco, la sarta Pina Mauceri, le maschere, Emanuele Ciaramidaro di Nissoria e Franca Smario di Leonforte quali addetti alle prevendite. Giuseppe Sammartino

In alto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com