Eventi

Cerimonia conclusiva e di saluto del Progetto “Lo Sport: un diritto per tutti” a Villarosa

Si è svolta presso l’aula magna dell’Istituto De Simone di Villarosa la cerimonia conclusiva del Progetto “Lo Sport: un diritto per tutti”, una proposta educativa del CONI, nata con l’intento di migliorare le condizioni del tessuto sociale delle aree urbane periferiche, grazie ad un adeguato programma di sostegno, attraverso lo sport, per la promozione e l’incremento dei rapporti e le relazioni fra i giovani.

Il progetto, indirizzato agli alunni della Scuola Media De Simone e della Scuola Primaria “Silvio Pellico, si è svolto presso la palestra della Scuola Media, che si è rivelata, nello specifico, luogo ideale di aggregazione, in un susseguirsi di appuntamenti settimanali, senza costi per i fruitori, sotto la supervisione di tecnici scelti dal CONI.

L’attività si è realizzata dal 20 Novembre 2017  al 26 febbraio 2018.

Enzo Tornammè ha svolto il Progetto per il badminton, Sebastiano Gagliardi per la pallacanestro, Mario Gulino per la pallamano, Tino Pregadio per la pallavolo, Luigi Giummulè per il tennistavolo. Ha coordinato l’attività il Dott. Leonardo Camillo, in collaborazione con la Professoressa Daniela Curcio, quale referente per la Istituzione Scolastica ospitante e Lio Patelmo, responsabile del CONI Point di Enna.

Alla cerimonia hanno presenziato, oltre agli alunni, assoluti protagonisti del progetto, i genitori, gli istruttori i coordinatori, il preside dell’Istituto De Simone Dott. Giovanni Bevilacqua, gli assessori al Comune di Villarosa  Isabella Carluccio, Calogero Lavalle e Lucio Notarrigo e il Dott. Angelo Sberna, Delegato Provinciale del CONI Enna.

La cerimonia è stata coordinata della Professoressa Curcio che ha salutato gli astanti e sottolineato la validità del progetto, ringraziando per questo il CONI, nella persona del Delegato. In seguito Miriam Laquatra, alunna dell’Istituto, ha recitato una poesia del poeta locale Vincenzo De Simone, a cui è intitolata la Scuola.

Nel suo intervento il Dott. Sberna, ha poi espresso soddisfazione per la riuscita del Progetto, una iniziativa, ha evidenziato il Delegato, voluta dal presidente regionale del CONI Sergio D’Antoni, quale naturale prosecuzione di un progetto nato per “aprire” le palestre scolastiche nel periodo estivo, ma molto proficuo anche durante il periodo invernale.

Il Coordinatore, Dott. Leonardo Camillo, ha tratteggiato i profili delle discipline sportive del Progetto, e fatto rivivere, attraverso un supporto audio visivo, i momenti salienti del percorso educativo, nelle sua varie articolazioni.

Il Prof. Enzo Tornammè, rivolgendosi prevalentemente ai genitori, li ha spronati a seguire più da vicino e dunque favorire la partecipazione dei loro figli alle iniziative poste in essere, cogliendo la preziosità di tali occasioni, che possono essere indicative, così come lo sono state in qualche caso, della presenza di spiccate qualità tecnico-fisiche, che non sarebbero emerse, e non emergerebbero, senza specifiche siffatte iniziative.

Quando è stato il momento dei “piccoli protagonisti”, anche gli alunni Salvatore e Carmelo, con il loro intervento, hanno voluto sottolineare la loro soddisfazione per una proposta educativa che li ha visti assoluti interpreti e dalla quale hanno tratto preziosi contributi tecnici, atletici e relazionali, manifestando l’auspicio che la stessa venga riproposta.

Il saluto dell’Amministrazione Comunale è stato conferito dall’Assessore Lavalle, che ha stimato con favore l’iniziativa, quale volano per lo sviluppo psico-fisico e relazionale, sottolineando la natura educativa dello sport alla vita ed alle sue regole.

Da parte dell’assessore Notarrigo, che ha voluto fornire il suo contributo alla cerimonia, è stata data notizia dell’imminente riapertura della palestra della Scuola Elementare e dell’inizio dell’iter per il completamento della struttura sportiva polivalente di proprietà del Comune, nonché del progetto di ristrutturazione dei “campetti di Villapriolo”.

L’ultimo intervento è stato quello del Preside Dott. Bevilacqua, che ha apprezzato il valore del progetto cosi come le parole degli amministratori comunali, impegnati nella promozione dello sport e di tutte le iniziative rivolte ai giovani. Con il Comune, continua il Dott. Bevilacqua, vi è una interlocuzione continua ed una proficua collaborazione e vicinanza che non è formale ma sostanziale. Le varie collaborazioni, continua il Preside, si sostanziano nella realizzazione piena e sinergica, con i vari attori (scuola, istituzioni civiche, organizzazioni sportive e famiglie), di un sistema educativo composito, nel quale la Scuola non ha alcuna esclusività, anzi, si completa e si arricchisce del contributo degli altri autorevoli aiuti. È così che, ha continuato il Dott. Bevilacqua, si dà pieno compimento a quello che viene definito il “quadrilatero educativo”, nel quale, la scuola non è altro che uno degli elementi “geometrici complementari”. In questa fase del percorso educativo, conclude il Dirigente scolastico, è cruciale la scoperta delle proprie attitudini e lo sviluppo di quelle “intelligenze” che compongono il vissuto individuale. Talora la scoperta del proprio talento, attraverso le opportunità proposte, è la chiave unica del successo personale. Un ringraziamento finale è stato indirizzato dal Dott. Bevilacqua a tutto il personale scolastico, in particolare ai collaboratori, per il prezioso contributo accordato alla iniziativa.

A conclusione della cerimonia, il Delegato CONI ha offerto una targa ricordo alla scuola e dell’abbigliamento sportivo a tutti gli alunni partecipanti.

È seguito un momento di convivialità.

 

In alto