All News

Enna: il TAR accoglie il ricorso di alcuni cittadini su ex Provincia

Palermo – Il Tar di Palermo ha accolto il ricorso di diversi cittadini dell’ex Provincia di Enna ed assegna trenta giorni di tempo alla Regione per emanare uno o più decreti, in conformità ad un’intesa con i competenti organi dello Stato in ordine alla definizione dei rapporti finanziari tra lo Stato e la Regione, allo scopo di assicurare lo svolgimento dei compiti istituzionali dei liberi Consorzi comunali. La Regione deve anche adempiere all’obbligo di istituire l’Osservatorio per l’attuazione della L.r. n. 15/2015.

Il ricorso è stato presentato da alcuni cittadini residenti nel territorio della ex Provincia regionale di Enna e/o dipendenti del medesimo ente che hanno lamentato la mancata conclusione del procedimento che doveva consentire agli enti subentrati alle vecchie province di assolvere efficacemente ai propri compiti.
I ricorrenti hanno agito ai sensi e per gli effetti dell’azione popolare prevista nell’ordinamento dall’art. 9 D.Lgs. 267/2000 ai sensi del quale “ciascun elettore può far valere in giudizio le azioni e i ricorsi che spettano al comune e alla provincia”.
Oltre agli inadempimenti relativo al comma 4 dell’art. 27 della L.r. n. 15/2015, non è nemmeno stato istituito l’Osservatorio regionale per l’attuazione della stessa legge.
Nel ricorso si evidenzia come anche i Commissari straordinari delle ex Province Regionali siciliane abbiano già più volte segnalato al Presidente della Regione, all’Assessore Regionale la Bilancio e all’Assessore Regionale per le Autonomie Locali, l’imminente dissesto finanziario degli enti di cui si tratta.
Il Tar ha rilevato l’obbligo della Regione, ed in particolare del Presidente della stessa, ad emanare i provvedimenti necessari per consentire il normale esercizio dei compiti istituzionali assegnati dalla legge al Libero Consorzio comunale.

 

In alto
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com