All News

Sicilia: “Pioggia” di finanziamenti pubblici sulla Città di Troina

Troina  si appresta a cambiare l’immagine del proprio centro storico, sulla base di un grande intervento urbanistico che non ha precedenti nella storia.

Complessivamente e grazie a tre distinte progettazioni si avranno interventi finanziari per oltre tre milioni e 600 mila euro, con un impatto positivo sia a livello socio-economico, ovvero maggiore occupazione, sia in termini di decongestionamento viario del centro storico, una maggiore vivibilità e valorizzazione dello stesso.

Da qualche anno l’amministrazione comunale guidata dal dottore Fabio Venezia ( nella foto)  ha inserito intensamente e in via prioritaria il centro storico di Troina nella propria agenda politica ed amministrativa, tanto da operare una serie di scelte politiche ed operative di cui oggi si vedono i primi importanti, ed interessanti atti che contribuiranno attivamente ad un processo di rigenerazione del centro storico.

Tre milioni e 637 mila euro, questa la somma complessiva che arriva dalla Regione con specifici decreti di finanziamento per realizzare due distinti e moderni parcheggi e un forte intervento di riqualificazione della Piazza Conte Ruggero e dell’omonima via. Nello specifico, il progetto relativo al parcheggio che sorgerà a valle di via Roma prevede la realizzazione di 40 stalli che saranno disposti a spina di pesce.

Il parcheggio è stato progettato su due livelli collegati da una rampa carrabile, con ingresso da via Schifani e uscita su via Roma, in prossimità della fermata del bus-navetta che conduce al centro storico.

L’altro parcheggio innovativo invece, sorgerà tra le vie San Sebastiano e Rizza e prevede un parcamento per la sosta di 53 autovetture e un collegamento verticale con l’asse viario di via Conte Ruggero, tramite un ascensore panoramico inclinato, con approdo sul piazzale di Largo Medaglia d’Oro.

Infine, la riqualificazione e il recupero di piazza Conte Ruggero e via Roma. Nella piazza si prevede lo svellimento del cotto esistente e la realizzazione di fasce di riquadro sabbiate e i ciglioni esistenti verranno dismessi e reintegrati con altri nuovi.

In via Conte Ruggero invece si procederà all’integrazione di caditoie per la raccolta delle acque piovane e all’installazione di dissuasori per rendere pedonale il tratto di carreggiata in caso di necessità.

Il centro storico rappresenta l’anima di un territorio e raffigura indubbiamente il luogo di partenza per la promozione territoriale. Un centro storico impoverito, trasandato porta alla marginalità, apre ad una progressiva perdita della propria identità culturale, alla negazione del proprio passato, ad una lenta e continua derubricazione.

Al contrario, invece, la valorizzazione del centro storico ed inserita in un progetto organico e di prospettiva, mette in campo un nuovo processo di rigenerazione, creando ossigeno al settore economico, commerciale, culturale, oltre a creare una forte ed importante spinta all’incremento residenziale ed abitativo.

Il centro storico di Troina racconta, attraverso il suo patrimonio urbanistico e i suoi edifici, la lunga storia di una cittadina millenaria, plasmata da diverse dominazioni straniere, tra le quali spicca certamente quella normanna. Una grande sfida di modernizzazione,  di valorizzazione e promozione del centro storico che l’Amministrazione ha fatto propria con un approccio innovativo e cioè armonizzando gli interventi guardando all’insieme delle cose. Dunque, un felice connubio tra memoria storica e gli aspetti sociali ed economici della vita quotidiana di chi vive, frequenta e opera nel centro storico.

“Gli interventi messi in atto – ci dice il sindaco Fabio Venezia –  erano attesi da molti anni dall’intera comunità troinese.

I lavori miglioreranno la viabilità. Quasi cento nuovi parcheggi, senza considerare quello ai nastri di partenza in via Fontanelle. Inoltre, stiamo predisponendo un censimento delle case disabitate nel centro storico e senza un particolare pregio storico-artistico che potrebbero rientrare in un piano di demolizioni.

Siamo finalmente riusciti a concretizzare questa impresa che cambierà in maniera radicale il nostro centro storico, con le inevitabili e positive ricadute anche per l’Oasi e per gli abitanti della zona”.

Articolo di Salvo Calaciura per “La Sicilia”. 4  Agosto 2017

In alto