Gustovagando

Sicilia: Agricoltura bando per agriturismi e fattorie didattiche

 

Sicilia – Una misura seria che mira ad ad agevolare il settore del turismo e dell’agricoltura.

Sono state infatti pubblicate oggi 10 aprile 2017 dall’assessorato all’Agricoltura della  Regione Sicilia, le disposizioni operative della misura 6.4a del PSR Sicilia 2014 2020.

La dotazione finanziaria dell’operazione 6.4.a per l’intero periodo di programmazione 2014- 2020  è pari ad € 60.000.000,00 di spesa pubblica, di cui  € 36.300.000,00 di  quota FEASR.

La misura 6.4.a   ha  come obiettivo la diversificazione delle attività agricole verso attività extra- agricole, con la finalità di incrementare sia la redditività che la dimensione economica delle imprese agricole che diversificano le proprie attività,contribuendo al loro    rafforzamento competitivo e migliorando la competitività dei produttori primari.

Si punta pertanto al miglioramento delle prestazioni economiche delle aziende agricole,  incoraggiandone  la  ristrutturazione  e  l’ammodernamento e puntando all’orientamento  al  mercato.

Verranno sostenute le attività rivolte al completamento di filiere locali ed alla valorizzazione delle  specificità  culturali  ed  enogastronomiche connesse alle produzioni agricole ed  alimentari  di  qualità,  la  produzione  di  energia  da  fonti  rinnovabilianche   per  la  vendita,  il  rafforzamento  dell’offerta  turistica  attraverso  strutture  di  accoglienza  e  servizi  innovativi.  Per  ciò  che  riguarda  i  servizi, si intende promuovere la diffusione di attività destin ate ad incrementare il livello e la qualità di servizi per l’agriturismo,   attraverso   l’implementazione   di  servizi   informativi,   redazione   di   brochure,  investimenti  in  strutture  per  attività  ricreative,  sportive  e  culturali,  per  attività  di  ospitalità  e  di  ristorazione (purchè congiunta a quella di ospitali tà) e potranno anche essere  realizzati  investimenti rivolti  alla didattica.  Potranno essere  realizzati anche  punti vendita  e trasformazione dei prodotti aziendali in prodotti non compresi nell’Allegato 1  del Trattato dell’UE, nonché di prodotti artigianali,  ed  interventi  relativi  al  potenziamento  della  agricoltura  sociale.

Infine  verranno  realizzati  impianti destinati  all’utilizzo di fonti di energia rinnovabile a supporto della attività  extra-agricole  o  per  la  vendita. Si prevede di incentivare la realizzazione di interventi mirati alla creazione di nuove  attività e all’ampliamento  di  quelle  esistenti,  attraverso  la  ristrutturazione,  recupero,  riqualificazione  e  adeguamento delle strutture aziendali.

I  beneficiari  della misura 6.4.A  sono  gli  agricoltori e i coadiuvanti  familiari come definiti ai sensi dell’art.2135 del Codice Civile.

Gli ambiti su cui investire sono quattro e sono:

 

1. Agricoltura  sociale ,  con  la  quale  attraverso  l’impiego  delle  dotazione   aziendali  (coltivazioni,  animali,  strutture,  ecc.)  si  intende  favorire  la  creazione  di  prestazioni  sociali  negli  ambiti  delle   attività  rieducative  e  terapeutiche,  dell’inserimen to  nel  mondo  del  lavoro  e  della  inclusione  sociale, delle attività pedagogiche, dei servizi di assisten za alla persona.

 

2. Agriturismo  e  diversificazione  verso  attività  extra- agricole , nei  quali sono ricomprese le  iniziative  riguardanti  le  aziende/fattorie    didatti che,  e  l’attività  di  ristorazione,  purché  congiunta   a  quella  di  ospitalità;  la  realizzazione nell’azienda  agrituristica  di  punti  vendita  e  trasformazione  d ei  prodotti aziendali in prodotti  non compresi nell’A llegato 1 del Trattato, tra i quali anche i  prodotti  artigianali; investimenti per l’offerta di servizi  per l’agriturismo relativi alla realizzazione di attività e informativa,  promozione di attività extra-agricole ,  attività sportive, ricreative e culturali, ivi inclusi  interventi  per la fruizione di aree naturali quali  Natura 2000, Parchi o Riserve;

 

3. Investimenti  nel  campo  delle  tecnologie  dell’informazione  e  delle  comunicazioni  (TIC)  anche mediante attivazione  di servizi di e-commerce o l’utilizzo di nuovi strumenti digitali;

 

4. Investimenti nel campo della realizzazione ed  utilizzo delle energie rinnovabili,  attraverso  l’utilizzo  di  fonti  di  energia  rinnovabile a  supporto  delle  attività  extra-agricole  e/o  per  la  vendita ,  compreso  la  eventuale trasformazione o stoccaggio  di  materiale per l’alimentazione di  detti impianti e per il compostaggio;

 

Tra gli investimenti ammissibili vi sono

 

ristrutturazione,  recupero,  riqualificazione  e  ad eguamento  di  fabbricati  e  manufatti  aziendali  esistenti, e delle relative aree di pertinenza, per  la diversificazione delle attività agricole verso  attività  extra-agricole;

attrezzature  specifiche  e  necessarie  per  l’attivi tà  sociale  nell’ambito  di  un  progetto  di  agricoltur a  sociale;

installazione  e   ripristino  di  impianti  termici  e  telefonici  dei  fabbricati,  nonché  la  realizzazione  di  servizi e dotazioni durevoli necessari per l’attivi tà da realizzare;

realizzazione  di  opere  connesse  al  superamento  di   barriere  architettoniche  e  di  prevenzione  dei  rischi, rientranti nelle investimenti  riguardanti  il miglioramento del bene immobile, con conseguente innalzamento del livello di fruibilità;

Il sostegno nell’ambito della operazione 6.4.a è concentrato nelle zone rurali C (compresa C 1 )+ D (Per leggere l’elenco dei comuni appartenenti alle due macro aree leggi qui ). Il sostegno previsto in tutta l’operazione è concesso con un’intensità di aiuto del 75% come contributo a fondo perduto.   L’importo  degli  aiuti concessi non potrà superare i 200.000 € nell’arco di tre esercizi finanziari per impresa

In alto