Cronaca

Enna: Saverio Cuci scrive all’Anas per il degrado della “Pergusina”

 Enna. Nessuno se n’era fatto carico. Finalmente il consigliere comunale indipendente Saverio Cuci porta all’attenzione dei vertici Anas, sostituendosi di fatto a chi dovrebbe farsi carico di queste problematiche poiché investito moralmente in maniera maggiore dai cittadini, dello stato pietoso in cui versa la ss. 561 “Pergusina” in particolare nella zona che attraversa l’abitato del Villaggio Pergusa ma, aggiungiamo noi, che tutto il tratto stradale dalla zona della rotatoria dell’ospedale di contrada Ferrante avrebbe bisogno di manutenzione nonché di dune artificiali di rallentamento onde evitare che indisciplinati automobilisti scambino la Statale per il vicino autodromo di Pergusa.

E così Saverio Cuci ha scritto all’Anas e per conoscenza al Sindaco per segnalare l’estremo pericolo indotto dalle condizioni di degrado, in cui da tempo versa il tratto della strada statale 561 che attraversa Pergusa .La richiesta di intervento è stata presa in carico dall’ Anas che provvederà ad inoltrarla all’area compartimentale di competenza del coordinamento territoriale Anas Sicilia, per i successivi provvedimenti di competenza . Cuci auspica in un tempestivo intervento risolutivo da parte dell’Azienda. Il consigliere scrive nella nota: il sottoscritto Saverio Cuci, Consigliere Comunale del Comune di Enna, con la presente segnala  l’estremo pericolo indotto dalle condizioni di degrado in cui versa da tempo il tratto della SS561, compreso tra il Km 4+900 e il Km 6 , che attraversa Pergusa frazione del comune di Enna. L’importante arteria stradale è interessata da un elevato e intenso traffico veicolare, le numerose buche presenti, caratterizzate da un alto livello di severità, mettono in grave pericolo l’incolumità degli utenti della strada .In  relazione a quanto sopra esposto, lo scrivente Consigliere Comunale chiede a codesto Ente di provvedere con estrema urgenza al rifacimento totale del manto stradale del tratto interessato, al fine di garantire l’adeguato livello di sicurezza della circolazione stradale e la conseguente incolumità degli utenti della strada “

Mario Antonio Pagarla

In alto