Lifestyle

“Chanson Sicilienne” nuovo album di Giuseppe Senfett

E’ disponibile l’album “Chanson Sicilienne” di Giuseppe Senfett, tratto da Album de morceaux favoris di Francesco Paolo Frontini. I download sono reperibili  presso i maggiori portali on-line (iTunes-Amazon-GooglePlay). Si tratta di 12 brani per pianoforte del compositore siciliano Francesco Paolo Frontini che sono stati  pubblicati.

Senfett siciliano classe 1979, pianista e compositore di talento, si diploma nel 2003 in pianoforte col massimo dei voti presso l’Istituto Musicale Vincenzo Bellini di Catania; nel 2007 consegue con 110 e lode il Diploma Accademico indirizzo Interpretativo-Compositivo in Musica da Camera sotto la guida del M° Marco Grisanti. Nel 2011 consegue il Master di Pedagogia Musicale presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano sotto la guida della Prof.ssa Nora Doallo. Parallelamente al percorso cameristico segue corsi di composizione con Giacomo Manzoni, Azio Corghi, Alessandro Solbiati e col maestro Piero Niro. Attualmente studia e collabora col Maestro Paul Glass.

É stato vincitore di tre borse di studio elargite rispettivamente dal Conservatorio Lorenzo Perosi di Campobasso, dal Conservatorio della Svizzera Italiana (CSI) di Lugano e dalla Fondazione Medica Scientifica Mario Negri di Milano elargita occasionalmente per meriti artistici particolari.
Ha un “Duo” stabile con Luigi Pettrone col quale vince nel 2007 il 29° concorso internazionale A.M.A. Calabria. Come solista è finalista nel 2004 al concorso internazionale A.Gi.Mus. Nel 2003 arriva terzo al concorso internazionale “Gianluca Campochiaro” di Pedara (CT) e consegue altri piazzamenti importanti in altri concorsi come il secondo posto al Concorso Nazionale “Citta di Rocchetta”(IS) per pianoforte e orchestra col concerto 414 di W. A. Mozart.

Nel 2009 insieme all’Ensemble da Camera ‘900 del conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano si esibisce presso la prestigiosa sala “Arturo Toscanini” della Scala di Milano e presso l’auditorio Stelio Molo della RSI della Svizzera Italiana sotto la direzione del compianto M° Giorgio Bernasconi.

Nel 2006 scrive le musiche ispirate al romanzo “Caligula” (ed. Mondadori) commissionate dalla autrice Maria Grazia Siliato. Pubblica alcune delle sue composizioni presso la casa Editrice “Esarmonia” di Capua (ARES – internazionale), ancora alcune sue trascrizioni sono state incise dalla casa discografica “A.V.M. Calssica” in Italia con recensioni lusinghiere in riviste nazionali (Archi Magazine). Nel 2012 vince uno stage e collabora col M° Sandro Di Stefano  alla realizzazione della colonna sonora del prossimo film cinematografico del registra italiano Giacomo Franciosa (Rai-Mediaset) prodotto dalla Cabira Film Production. Nel 2013 diventa assistente della compositrice Maria Bonzanigo della compagnia Finzi.

Collabora come compositore di musiche teatrali con varie compagnie e registi. Ricordiamo Gianni Lamanna regista della compagnia della Notte, Diego Willy Corna regista della compagnia teatrale “Con_Creta” e con Margherita Coldesina attrice della compagnia “Femme theatrale”. Scrive alcune sue composizioni per pianista Alessandro Mazzamuto.
Vive e lavora in Ticino.

Le composizioni di Giuseppe Senfett hanno ricevuto incoraggianti apprezzamenti da maestri e critici musicali di chiara fama quali: Ennio Morricone, Paolo Isotta critico e saggista musicale, Sergio Miceli professore al DAMS di Firenze non che critico e docente di cinema, Fernando Ghilardotti didatta e storico della musica e Lorenzo Arruga critico musicale di chiara fama.

Le sue opere e arrangiamenti sono state eseguite in Italia, Svizzera, Inghilterra e nelgi USA.

È titolare della cattedra di pianoforte presso la scuola di musica FRMS di Cadenazzo (Ticino)

Chi era Paolo Frontini?

Nato a Catania il 6 agosto 1860, fu avviato allo studio della musica dal padre, Martino Frontini (1828-1909), studiando violino con Santi D’Amico ed esordendo in un concerto nel salone comunale a tredici anni. A quindici anni era stata eseguita nella cattedrale la sua prima composizione (Qui tollis, diretto da Pietro Antonio Coppola). Nel 1875 fu ammesso al Regio conservatorio musicale di Palermo, studiando con Pietro Platania; in seguito passò al Regio conservatorio musicale di Napoli, dove conseguì il diploma in composizione, sotto la guida di Lauro Rossi. Tra le sue prime composizioni ci fu la Messa funebre in morte del maestro Coppola. Del 1881 è il melodramma in tre atti Nella, a cui seguirono Sansone (1882), Aleramo, 1883, per il quale si ispirò alla leggenda di Adelasia e Aleramo, Fatalità (1900), Malìa (1893), su libretto di Luigi Capuana, Il Falconiere (1899), di ambientazione medioevale, secondo una voga letteraria. Dello stesso periodo è il poemetto lirico Medio-Evo, apprezzato da Jules Massenet.

Scrisse la musica per l’atto unico di Saverio Fiducia Vicolo delle belle, con la sonata dell’orbo, e quella per la commedia U Spirdu di Antonino Russo Giusti, che andò in scena nel 1920 presso il Teatro comunale Coppola, con la direzione di Gaetano Emanuel Calì. Musicò Il canto di Ebe, dal Lucifero, e Lauda di suora, dal Giobbe di Mario Rapisardi. Scrisse inoltre numerose canzoni, melodie, serenate e romanze. Tra questi furono particolarmente apprezzati la Serenata araba e il Piccolo montanaro (dedicato alla sua allieva Innocenza Cavallaro) e la Marcia trionfale. Eco della Sicilia – La prima raccolta di canti siciliani, Ed. Ricordi 1883 Frontini insegnò musica, contrappunto, all’Ospizio di Beneficenza. Si occupò di tradizioni popolari, realizzando la prima raccolta di canti siciliani nell’Eco della Sicilia, con cinquanta componimenti radunati per incarico della casa Ricordi nel 1882; una seconda raccolta, compilata nel 1893, Natale siciliano, fu pubblicata presso l’editore De Marchi di Milano. Si spense sempre a Catania il 26 luglio 1939.

per informazioni o ricevere il cd:  info@giuseppesenfett.com

In alto