All News

Sicilia allo sport pochi fondi e mal distribuiti

Pochi fondi e mal distribuiti: nell’articolo pubblicato su palermo.repubblica.it, Valerio Tripi che analizza lo “sforzo” della regione siciliana che nelle sue intenzioni vorrebbe promuovere, promozionare e “sorreggere” lo sport nell’isola con fondi dati in ritardo e spesso alla cieca.  183 mila euro per 185 associazioni sportive per la stagione 2014/2015 (per chi non se ne fosse accorto siamo già nel 2016 con buona pace per la programmazione).

Ci sono anche sovvenzioni-bluff (scrive sempre Repubblica)  anche da 110 euro. Nell’elenco anche società che nel frattempo hanno sospeso l’attività agonistica. Agli enti di promozione vanno invece 1,5 milioni di euro.

Una distribuzione che sembra non avere capo né coda e così rallentata dalla burocrazia che non si capisce se e a chi potrà giovare. Tanto più, come ricorda sempre l’articolo, che per ottenere queste somme non sarà certo una passeggiata “burocratica” di niente… Nel dettaglio, per quanto riguarda l’atletica leggera la Fidal incassa, o meglio incasserà, 52.958 euro. Tra le società di atletica il Cus Palermo quale società di serie A otterrà 1400 (somma equamente suddivisa tra la squadra maschile e quella femminile).

Per quanto riguarda altri contributi, 1500 euro vanno agli Azzurri d’Italia, tanti i micro fondi che vanno a società di twirling e di palla tamburello mentre al Comitato paralimpico viene destinata la somma di 7400 somma che viene poi suddivisa tra le varie federazioni, alla Fispes 4450 euro. Per maggiori info www.sicilia.coni.it

fonte (http://siciliarunning.it)

In alto